0065_m

Tre consigli per illuminare una cucina: i segreti per un ambiente sempre accogliente!

Capita sempre più spesso di sentire dei proprietari di casa alla ricerca di consigli per illuminare una cucina. Se si pensa a questo particolare ambiente, infatti, non è difficile immaginare che molti acquirenti vogliano illuminare al meglio questa stanza che rappresenta il cuore della convivialità e della condivisione non solo con la famiglia, ma anche con gli amici e gli ospiti che verranno a trovarci. Ecco, allora, alcuni piccoli trucchi per permettere ad ogni proprietario di casa di valorizzare la propria cucina .

Consigli di luce per una cucina ad effetto

Per prima cosa, è fondamentale scegliere il tipo di luce che si vuole diffondere: la cucina richiede spesso una luce calda, meglio se regolabile, adatta ad illuminare le superfici di lavoro, senza però risultare invasiva. Un errore commesso molto di frequente è quello di utilizzare luci fredde o al neon: simili impianti di illuminazione sono consigliati nei negozi, dato che esaltano l'esposizione del mobilio, ma sono da utilizzare con parsimonia nell'ambiente domestico.

Secondariamente, è opportuno verificare gli spazi a disposizione: applique e piantane possono essere affascinanti ma tolgono spazio prezioso che potrebbe essere utilizzato per aggiungere dei ripiani. Utilizzare un sistema di illuminazione a soffitto permetterà di diffondere la luce giusta.

Un terzo consiglio riguarda il contrasto tra la luce scelta e i colori della cucina acquistata. Una moderna tendenza di arredo ha visto protagonista un nuovo modo di pensare l'illuminazione. Un arredo dai toni forti chiede una luce bianca, meglio se molto luminosa. Al contrario, un arredo dai toni freddi può essere riscaldato con un faretto regolabile.

Se l'illuminazione cucina non dipende solo dalla funzionalità

Uno degli errori commessi più di frequente dai nuovi proprietari di casa consiste nel pensare che l'illuminazione della cucina debba essere soltanto funzionale, dimenticando che regalare la giusta attenzione ai punti luce e ai sistemi di illuminotecnica scelti può realmente fare la differenza. In questo caso, un esempio pratico può essere di grande aiuto, specie per quanti non sono ancora degli esperti del settore dell'arredamento. Si pensi alle esigenze di tutti i giorni: una lampada a soffitto può illuminare tanto quanto una piantana e, se non ci sono particolari problemi di spazio, i due prodotti in questione possono essere pensati come perfettamente sostituibili. In realtà, non è affatto così: ogni accessorio rivela la sua natura e diventa un buon modo per permettere al proprietario di casa di esprimere il suo estro creativo, regalando un'impronta personale ad una zona della casa tanto amata.

Se, ad esempio, chi vuole arredare una cucina in stile classico non potrà resistere al fascino dei lampadari in ottone, semplici ma in grado di trasmettere un certo senso di calore e di tradizione, chi preferisce lo stile moderno sarà attratto dalle applique in metallo, ricche creazioni di design che ricordano delle sculture contemporanee. Le scelte sono davvero numerose e riescono a conquistare gli amanti della casa sempre alla ricerca di novità.

Leggi il catalogo